Pale da Malga Venegia

Val Venegia

Il paradiso della val Venegia

Pale da Malga Venegia
Vista delle Pale di San Martino

Oggi vi parlo di una delle valli forse più famose della Dolomiti: la Val Venegia.
In questa occasione parlerò della passeggiata che va da Pian dei Casoni alla malga Venegiota, ma se il tempo nel week end regge faremo la passeggiata che parte da baita Segantini e passa poi, nell’ordine, da malga Venegiota, malga Juribello ed infine a Pian dei Casoni.

Da Predazzo prendiamo la strada per il passo Rolle e dopo il centro visitatori Paneveggio seguiamo le indicazioni per il passo Valles: dopo circa 3 chilometri troviamo sulla destra le indicazioni per il parcheggio e l’inizio dei sentieri che partono da Pian dei Casoni. In estate è possibile salire con la macchina fino alla malga Venegia (pagando circa 5 euro) ma per godervi la passeggiata….lasciate la macchina al primo parcheggio!!
La strada che porta all’imbocco della val Venegia è una comoda strada forestale che costeggia il torrente Travignolo, offrendo angoli e scenari molto caratteristici che si prestano alla foto ricordo; si giunge alla malga Venegia , o per meglio dire alla base dei suoi prati, dopo circa 20 minuti di comoda passeggiata, ed a questo punto finisce la strada in salita e l’occhio del viandante viene rapito dalla vista della pale di San Martino in tutta la loro maestosità.
Da qui in avanti si va praticamente in pianura (a circa 1800 metri di altitudine) tra pascoli e mucche, con affluenti del Travignolo che creano graziose cascatelle, addentrandosi sempre più nella valle ed avvicinandosi alla base delle pale.
Circa mezz’ora dopo si giunge alla malga Venegiota, che domina un ampio tratto di valle da cui partono vari sentieri: per Sofia e Filippo può bastare così, visto che è ora del meritato picnic nei prati.
Tornando indietro per la medesima strada, anche se avete passeggini al seguito, al termine del grosso posteggio ai piedi della malga Venegia prendete il sentiero che parte sul lato destro e che si addentra nel bosco: largo circa 50 cm vi riporta a Pian dei Casoni seguendo una via alternativa.

Malga Venegia: forse il nostro ristorante preferito (quest’inverno ci abbiamo fatto anche il pranzo di Natale): piatti tipici, taglieri e polenta con vari condimenti (consiglio la tosela, una meraviglia), oltre che dolci fatti in casa o “figli” delle mucche che pascolano all’esterno.

Malga Venegiota: qui non ci abbiamo mai mangiato ma tutte le volte che siamo passati abbiamo visto parecchie persone: direi che è comunque un buon ricovero per il viandante.

Caratteristiche: passeggiata che si può tranquillamente fare con bambini anche piccoli, vista l’assenza di rischi, e con passeggini. La passeggiata è piacevolissima anche in inverno, quando la strada che porta alla malga Venegia è innevata ma battuta: se possibile con la neve la salita è ancora più incantevole.

Author: viverepe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*