Il laghetto del Lavazè

Una piacevole conferma

Finalmente una giornata di sole vero, come purtroppo nell’ultimo mese se ne sono visti pochi…
Questa mattina quindi partenza per il passo Lavazè e la malga Varena (la piacevole conferma….).
Il passo collega la val di Fiemme ad Obereggen (stazione sciistica del gruppo del Latemar) e di fatto divide il Trentino dall’Alto Adige: partendo da Cavalese si sale in una valle stretta poco panoramica, ma l’arrivo al passo ripaga il viaggio. Lo sguardo spazia tra Latemar ed alpe di Siusi, le montagne dell’Alto Adige ed i corni Bianco e Nero: benvenuti nelle Dolomiti.

malga Varena
Il laghetto con alle spalle il Corno Bianco ed il Corno Nero

Dal passo partono una serie di interessanti passeggiate, che in buona parte ricalcano i tracciati delle piste per lo sci di fondo che in inverno caratterizzano il passo: per godersi un momento di quiete, e far felici anche Sofia e Filippo, un ben attrezzato campo giochi affacciato sul laghetto fa proprio al caso nostro.
Oggi vista la giornata ci dedichiamo ad un picnic all’aperto, nel parco giochi, con l’obiettivo di raggiungere la malga per la merenda (ieri ci siamo stati a pranzo ed abbiamo mangiato molto ma molto bene….). Giunta l’ora seguiamo il sentiero che porta alla malga Ora ma dopo un centinaio di metri prendiamo per prati per ragggiugere la malgaVarena: oggi ci si vizia quindi…..strauben alla nutella, anzichè con marmellata di mirtilli rossi, ma comunque decisamente buona, buona, buona….
Per la discesa percorso inverso fino al posteggio del passo.

Nota sulla malga Varena: la malga offre alcuni indubbi vantaggi: giochi per bambini, prati circostanti in dolce pendenza che di inverno si trasformano in uno snow park per grandi e piccini. La cucina poi è eccezionale: un menu classico rivisitato in alcuni dettagli, offre un’esperienza difficile da dimenticare.

Author: viverepe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*