Festa delle giraffe

Festa delle giraffe

E per l’ultimo anno di asilo di Filippo: festa delle giraffe.

La festa delle giraffe di fine anno (i remigini) è diventata un appuntamento fisso all’asilo di Sofia e Filippo, e quest’anno il festeggiato è stato l’ometto di casa.

Nel corso dell’anno il tema seguito da salone dell’asilo è stato le dame ed i cavalieri.Il salone riadattato a corte medioevale con tanto di ingresso e ponte levatoio, oltre agli stemmi ed ai gonfaloni. Quindi il tema della festa delle giraffe non poteva che essere la corte del XV secolo.

IMG_1721 IMG_1722 IMG_1724  IMG_1726

Come oramai consuetudine degli ultimi anni abbiamo pensato di costruire in pasta di zucchero e rice krispies la torta della classe gialla (quella di Filippo). E come di consueto sono state rappresentate sia maestre che remigini.

IMG_1727 IMG_1728 IMG_1729 IMG_1725IMG_1730

Gli ometti sono quindi diventati cavalieri. Ognuno con le insegne di diverso colore a rappresentare la propria casata. Ognuno con armi e mantello e posizione all’interno della corte (ovviamente Filippo potendo scegliere si è scelto il cavaliere nero).

Le signorine invece sono diventate dame, con lunghe vesti colorate e doni per i cavalieri.

Le maestre infine sono diventate le regine del castello, sedute sui troni per accogliere i nuovi arrivati a corte.

Per ognuno dei personaggi abbiamo provato a riprodurre le caretteristiche salienti, senza caricature. Sono apparsi quindi occhiali colorati, capelli dritti o lunghe chiome, in modo che ognuno si potesse riconoscere.

IMG_1731 IMG_20160511_211650 IMG_20160524_220349 IMG_20160527_154839

Il rice krispies è servito per modellare le mura e le torri del castello, oltre che per fornire un sostegno ad alcuni dei personaggi.

IMG_20160527_154845 IMG_20160527_154851

Anche per questa composizione siamo riusciti a non utilizzare stuzzicadenti o strutture metalliche alimentari. Quindi sia castello che “figuranti” erano completamente edibili. Tutti hanno quindi potuto portare a casa un ricordo di questi tre anni importanti, un ricordo lieto e, perchè no, dolce…..

Author: viverepe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*