Ingresso agli studios

Alla scoperta di Harry Potter

Finalmente gli studios di Harry Potter

Sofia e Filippo sono appassionati, come mamma e papà peraltro, di Harry Potter, il maghetto con gli occhiali, e quindi quale migliore occasione del viaggio a Londra per andare a visitare gli studios della Warner dove le scenografie degli 8 film sono accessibili al pubblico…

Gli studios si trovano a Watford, cittadina a nord ovest di Londra, raggiungibile sia in metropolitana (Metropolitan line, la nera, per circa un’oretta) che in treno (da Euston, durata del viaggio da 20 a 50 minuti, in base ai treni): dalla stazione ferroviaria di Watford una navetta (3 £ a testa, se non erro) porta gli aspiranti maghi a destinazione. Da Londra inoltre partono dei viaggi organizzati per gli studios, con costo però ovviamente maggiore (partenze 2 o 3 volte al giorno dalla zona di Hyde Park Corner).

Nel nostro caso, visti anche in prezzi degli alberghi a Londra, abbiamo optato per fare base a Watford (consiglio il Croxley Premier Inn come albergo: prezzo assolutamente ragionevole per un albergo molto bello, dotato di un ristorante dove si mangia decisamente bene ed annesso pub, che aveva la London Pride, la birra preferita di papà).

Ingresso agli studios di Harry Potter
La locandina più famosa

E’ necessario ricordare come per accedere agli studios occorra prenotare in anticipo (questo è il sito ufficiale https://www.wbstudiotour.co.uk/), dal momento che gli ingressi sono scaglionati per orario di visita: nel nostro caso abbiamo optato per un comodo 11:30, visto che il tour dura circa 3 ore. Ovviamente è tutto in inglese, ma se siete fan del maghetto non avrete problemi ad orientarvi e capire di cosa si sta parlando…

Dall’esterno gli studios ci accolgono con una serie di gigantografie di personaggi e scene della serie: il tempo di convalidare i nostri biglietti presi on-line (tramite i computer che trovate alla destra dell’ingresso, prima di entrare) e ci accodiamo alla fiumana di persone in attesa dell’ingresso. La fila procede spedita ed ordinata, circondati ma maghi piccoli e grandi vestiti da studenti di Hogwards, ed iniziamo ad intuire cosa ci aspetta quando passiamo accanto al sottoscala di Privet Drive, dove Harry Potter ha dormito durante i primi 10 anni di convivenza con gli zii.

Terminata la coda un simpatico addetto degli studios ci racconta il funzionamento del tour e qualche aneddoto sulla location e sulle scenografie, e successivamente un suo collega ci attende in un teatro circolare per darci qualche informazione aggiuntiva. Come detto in precedenza è tutto in inglese, ma vi garantisco che si capisce….

Alla fine della presentazione si apre il sipario ed appare…..la porta di ingresso del castello Hogwards! Poter vedere da vicino i gargoyle e le statue del castello (indimenticabile l’incantesimo Piertotum locomotor della McGranitt) è impagabile…ma ancora più d’effetto è la porta che si apre e da accesso alla sala grande del castello!

Non sto ora a raccontare tutto quello che si può vedere per non rovinare la sorpresa: vi basti solo sapere che potrete assaggiare la famosa burrobirra, ed accedere allo store più magico che si possa immaginare, dove tutto, ma proprio tutto, è in vendita. Noi alla fine ce ne siamo usciti con quattro bacchette magiche, vere riproduzioni di quelle usate nei film (per gli appassionati Sofia ha scelto la bacchetta di Ginny, Filippo quella di Harry Potter, il papà quella di sambuco e la mamma quella di Piton…).

Che dire, un posto da vedere anche per chi non è appassionato alla serie del maghetto, per capire cosa c’è dietro un film ed ai suoi effetti speciali….

In questa gallery un po’ di foto relative a questo luogo pieno di magia….

 

Author: viverepe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*