Un posticino a Roma

A Roma dal cavalier Gino

Adoro Roma. Adoro perdermi nelle sue vie spesso trasandate ma che trasudano vissuto e vita. Adoro girare senza una meta, facendo un po’ il turista medio ed un po’ il cercatore, nella speranza di trovare ogni volta un qualcosa di nuovo da ricordare e raccontare.

In questa occasione si è trattato di un ristorante, o meglio di una osteria, la Trattoria del Cavalier Gino in una traversa di piazza del Parlamento (non Montecitorio, ma la piazza dietro alla Camera). Trovata per caso, in vicoletto angusto scoprirò poi che si tratta di un posto abbastanza famoso a cui gli amici di TripAdvisor assegnano ben 4,5 stelle 

https://www.tripadvisor.it/Restaurant_Review-g187791-d3512560-Reviews-Trattoria_Dal_Cavalier_Gino-Rome_Lazio.html

Il posto è di quelli che adoro: atmosfera di vecchia gloria, con le tovaglie bianche e le sedie che un po’ traballano, un cameriere che un po’ ti prende in giro ma che alla fin fine ti coccola, una varietà di avventori che di danno l’idea di cosa vuol dire frequentare Roma.

Il menu è da veri viaggiatori: si mangia romano, e non azzardatevi a richiedere qualcosa di troppo nordico….la cosa peggiore che vi possa capire è che ve lo portano, facendolo notare al resto del locale! Assolutamente da provare i tondelli (per me con cacio e pepe) e per il resto meglio affidarsi al cameriere di prima che il menu non ve lo porta ma vi consiglia per il meglio…

Ci tornerò senz’altro, e spero con la tribù al completo, per una piacevole abbuffata romana.

Qualche nota tecnica: è meglio prenotare se andate a cena, visto che la sera è sempre pieno. I prezzi sono assolutamente abbordabili e le porzioni non ve le sto neanche a raccontare.

 

Author: viverepe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*